MBTI & SCRITTURA CREATIVA: INTRODUZIONE

CHE COS’È L’MBTI?

Quello che troverete su questo blog non è MBTI “puro”, primo perché MBTI è un marchio registrato, secondo perché non sono una psicologa (sono una psicologa ciarlatana che scribacchia nel tempo libero! U_U), terzo perché ha aspetti “superati” oppure che non mi convincono… Si tratta di MBTI “adattato” da me… dico MBTI solo per comodità perché è la mia base (ma un giorno creerò la mia personale teoria! muahaha ) Non spiegherò in questo post le basi della teoria quindi se non sapete di cosa si tratta potete leggere questa pagina

CHE RELAZIONE C’È TRA TIPO PSICOLOGICO E SCRITTURA CREATIVA?

Il tipo psicologico riguarda come noi percepiamo e come noi giudichiamo il mondo che ci circonda, sia il mondo esterno, sia il mondo interiore…
Nella lettura lo possiamo notare dalle recensioni e dalle interpretazioni e opinioni, spesso molto diverse, che vengono date a uno stesso libro o a uno stesso personaggio; nella scrittura lo possiamo notare nelle differenze di stile degli scrittori o nello “stile naturale” di ragazzini delle medie o delle elementari che non hanno ancora subito l’influenza di libri che hanno letto.
Vi siete mai trovati ad invidiare lo stile di scrittura di un altro e chiedervi: “perché non riesco”? Perché quello riesce a fare bellissime descrizioni e io no? Perché non riesco a scrivere qualcosa di divertente? Perché non riesco a descrivere così bene le emozioni altrui? Perché quello stile di scrittura mi sembra irritante? Cercheremo di dare risposte a domande di questo genere.
Non sono solo questioni di “gusti” e spesso non si tratta solo di “influenze artistiche” o dell’ambiente, normalmente si crede che tutti percepiscano il mondo allo stesso modo, ma non è così. Detto in modo molto molto semplice: c’è chi “pensa con immagini” e chi pensa per schemi, c’è chi percepisce molte sensazioni fisiche e chi quasi non le nota… lo stile di scrittura è il risultato diretto di diversi modi (tipi psicologici) di percepire e giudicare.

LE CLASSIFICAZIONI NON INTACCANO L’UNICITÁ DELLE PERSONE

Possiamo paragonare i tipi psicologici agli alberi. In natura esistono peri, meli, ciliegi,… Conformazione del terreno, condizioni atmosferiche, luogo, esposizione alla luce, ecc… influenzano e condizionano l’aspetto dell’albero, la vita, la capacità e la qualità dei frutti e dei fiori che produce.
Inoltre è possibile identificare molte altre sottospecie: esistono, ad esempio le mele Golden, le mele Fuji, le mele Stark, ecc… di conseguenza un melo non sarà mai uguale a un altro melo: non avrà lo stesso aspetto, non darà gli stessi frutti,… allo stesso modo una persona non sarà mai uguale a un’altra.
Le persone appartenenti a uno stesso gruppo avranno solo delle somiglianze tipiche della “specie”.
La teoria che troverete in questo blog, le descrizioni, i suggerimenti, è quindi paragonabile a un libro di giardinaggio che offre descrizioni delle caratteristiche, suggerimenti per la coltivazioni, cura delle possibili malattie, ecc.

COSA SI INTENDE PER FUNZIONE?

Jung: “forma di attività psichica che in circostanze differenti rimane uguale se stessa.” è una costante, uno schema di fondo.
Nell’MBTI, diciamo “classico”, sono “prospettive”, filtri, modi di percepire e giudicare la realtà (potremmo quindi paragonarle a delle lenti attraverso cui vediamo il mondo), ci dicono cosa valutiamo e cosa non valutiamo, cosa percepiamo di più e cosa percepiamo di meno.
Studi recenti hanno cercato di identificare le funzioni all’interno del cervello, sono state identificate alcune aree, non ho le competenze per capire quanto e se gli studi sono affidabili, ma secondo il mio personale giudizio di psicologa ciarlatana, alcune cose sono decisamente plausibili e meritano attenzione. le vedremo poi nel dettaglio. Dunque per me le funzioni non sono solo “prospettive”.

LE FUNZIONI SI POSSONO “ALLENARE”?

Secondo me sì, dal momento che credo nella relazione tra aree del cervello e funzioni e non credo siano solo “prospettive”.

È POSSIBILE CAMBIARE TIPO PSICOLOGICO?

Secondo la teoria no e anch’io non credo che si possa dal momento che io classifico in base al processo cognitivo e non in base al comportamento. Alcune cose non si possono cambiare perché sono già presenti alla nascita (es. vedi questione introversione/estroversione nell’appendice di L’Amaryllis fiorirà – The Austen Resort – Episodio 1.. <- spot pubblicitario XD), altre cose si possono cambiare, ma non al punto di cambiare completamente tipo.
Il tipo si stabilisce nella prima infanzia, per mix di fattori genetici e ambiente. al limite ci sono casi in cui non è facile identificare il tipo per motivi che vedremo nei prossimi post.

A COSA SERVE SAPERE IL PROPRIO TIPO PSICOLOGICO?

A focalizzare gli obiettivi, a capire cosa potrebbe risultare più soddisfacente, quali potrebbero essere i punti di forza o di debolezza quali difficoltà si potrebbero incontrare, ecc..
Chiaramente, tornando alla metafora delle piante, leggere un manuale di giardinaggio non ti fa diventare necessariamente un bravo giardiniere, quindi leggere questo blog non risolverà tutti i problemi.

COME FACCIO A SCOPRIRE IL MIO TIPO PSICOLOGICO?

– Per chi è alle prime armi, ma vuol diventare “esperto”: studiate la teoria di base, specie il ruolo della funzione dominante e della funzione inferiore. Leggete bene le funzioni; è il metodo più sicuro e più affidabile. Sconsiglio i test perché spesso danno risultati errati; occhio quando leggete i profili: sono molto utili per “avere un’idea”, ma sono anche pericolosi perché possono generare stereotipi: ogni frase dovrebbe essere sempre ricondotta alla funzione o alla combinazione di funzioni. All’inizio sconsiglio di bazzicare troppo su siti dove vengono fatte classificazioni di personaggi famosi o personaggi di fiction perché spesso sono basate su stereotipi… il rischio è poi di aver difficoltà a scardinare l’idea sbagliata e fare errori a effetto domino.

– Se invece vi interessa solo l’aspetto creativo e non avete intenzione di approfondire la teoria, potete iniziare a spulciare a cuor leggero le descrizioni dei tipi su vari siti; molto utili e divertenti i “Jokes” che mettono a confronto tutti i tipi psicologici o i vari cartelli (tipo “sai di essere * nome del tipo * quando…”; ho raccolto qualcosa su pinterest) o discussioni su personaggi di fiction o personaggi famosi…

Apro una piccola parentesi per il sito Celebrity Types visto che ha dei lati molto interessanti, ma altri molto… meh -_- :

– A chi interessa solo il lato creativo: consiglio le “gallerie” di personaggi famosi raggruppati per tipo psicologico e soprattutto di leggere le citazioni sotto alle foto perché mettono in luce le caratteristiche di ogni singolo tipo, le cose che vengono considerate “tipiche”; eventualmente potete fare qualche test per divertimento, sono un po’ lunghetti, ma alcuni potrebbero essere divertenti.

– Per chi vuole approfondire la teoria consiglio di prendere il sito con le pinze… Specie le “gallerie” perché sinceramente, alcune loro classificazioni mi lasciano decisamente perplessa (es. Freud negli ISTJ non se pò vedè!! XD); per quanto riguarda sia test che articoli dipende… secondo me, alcuni sono fatti bene e altri sono fatti male. Mi piacerebbe sapere la vostra opinione a riguardo!!! ^^

Eventualmente potete contattarmi in privato su questo blog o tramite la mia pagina di FB se vi serve aiuto per scoprire il vostro tipo psicologico o per scambio di opinioni. 🙂

A COSA SERVE IDENTIFICARE IL TIPO PSICOLOGICO DEGLI ALTRI?

Per rendere i personaggi più credibili; capire prospettive diverse, anche molto lontane dal proprio modo di essere; scambiare idee e opinioni o dare e ricevere consigli con altre persone simili a a noi, ecc..

CI SONO LETTURE O SITI DA VISITARE?

Sull’MBTI applicato alla scrittura creativa purtroppo c’è molto poco; (e di qualità scarsa -__-). Gli utenti di forum tipo Personality café spesso si dilettano a classificare scrittori (e personaggi inventati), ma il problema principale è che si tende a classificare sia gli scritti che gli scrittori in base a stereotipi e non in base alle funzioni. Girava anche qualche articolo dove, ad esempio veniva consigliato un libro adatto per ogni tipo psicologico (… sto ancora maledicendo adesso l’autore dell’articolo per aver consigliato Brave New World per gli INTP! Grrr). C’è in giro un Test dove si può inserire il testo in inglese e viene fatta l’analisi del tipo psicologico, ma serve solo come gioco visto che considera solo le parole (è affidabile quanto il traduttore di Google! -__-). In giro c’è qualche libro su “MBTI & writing style”, ma non li ho letti quindi non so dirvi come sono. Il più famoso e con le migliori recensioni forse è questo: Writing and Personality di DiTiberio, J. & Jensen, G..
Di questo ho letto degli stralci su Google Libri, ma mi aspettavo di meglio, sinceramente… inoltre si concentra più che altro sulla saggistica, sono consigli per aiutare studenti a scrivere “essay”, relazioni e tesi per l’università o relazioni di business, ecc…; comunque in rete gira un utile PDF che in pratica è il riassunto del libro. Questo è il mio tesssoorrooo * w * è stato il mio trampolino di lancio per cercare un’applicazione dell’MBTI alla scrittura creativa.

3) Link vari:
http://simmeringmind.com/writers-pros-and-cons-of-using-myers-briggs/
http://www4.ncsu.edu/~dsbeckma/Type/Writing.html
http://andreajwenger.com/2009/08/02/the-truth-about-the-myers-briggs-personality-types/

Se trovate qualcosa di interessante, per favore, contattatemi!! ^^

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...